Nuovo Salario, verifica vigili urbani ed Ama al mercato Vimercati

mercato-vimercatiQuesta mattina si è svolta una verifica da parte dei vigili urbani del terzo gruppo e dei responsabili AMA sul corretto conferimento e stoccaggio dei rifiuti prodotti dal mercato di Piazza Vimercati al Nuovo Salario. L’assessore all’ambiente del III municipio ha commentato sui social: “non ci vuole molto per far rispettare le regole”. Verifiche anche al mercato di Largo Labia a Fidene.

Nuovo Salario, diserbo a Piazza Vinci. D’Orazio: “serve collaborazione di tutti”

img_3764Pulizia e diserbo programmato con disciplina di traffico a Piazza Vinci al Nuovo Salario. Nel dare la buona notizia, l’assessore all’ambiente Domenico D’Orazio bacchetta i residenti indisciplinati: “nonostante gli avvisi di divieto di sosta per agevolare le operazioni, molti residenti non hanno spostato le autovetture. Il primo segnale per un cambiamento è la collaborazione tra tutti , gesto che purtroppo in questa occasione non è stato molto sentito”. La piazza era stata scelta dall’amministrazione come test, proprio per verificare la collaborazione con i residenti. D’Orazio chiosa: “immaginate la stessa situazione nelle vie ad alta densità abitativa e veicolare”.

Nuovo Salario, discarica a cielo aperto in via Giovanni Conti (video)

rifiuti-contiSi torna a parlare dell’annosa questione dell’area adiacente al mercato di via Giovanni Conti al Nuovo Salario. In un breve video, l’assessore uscente Riccardo Corbucci, democratico di Roma, scrive: “questa è l’area adiacente al mercato di via Giovanni Conti. Siamo a Roma in III municipio. Forse potevano portarci Beppe Grillo e la Sindaca Raggi, che da noi viene a farsi solo le conferenze stampa a sorpresa“. Rincara la dose Paola Ilari, che pubblica una serie di fotografie, alle quali risponde l’assessore all’ambiente Domenico D’Orazioc’è un leggerissimo contenzioso dal 1999 tra amministrazione comunale e proprietà. Dai tempi dell’ex presidente Massimo Nardi… fatevi due conti“.

A seguire l’assessore Domenico D’Orazio precisa ulteriormente e si rivolge a Corbucci: “a breve ci sarà un’assemblea pubblica. Ovviamente so che tu parteciperai e con l occasione insieme leggeremo pubblicamente la risposta che la proprietà ha trasmesso al municipio in questi giorni a seguito di una nota di richiesta di intervento di bonifica e messa in sicurezza“.

Nuovo Salario, degrado sotto il viadotto Gronchi, naufraga progetto riqualificazione

“Dal III Municipio verso il 4 ottobre in Campidoglio: sulle periferie decide chi le vive!” è lo slogan che accompagna un video pubblicato ieri sera sui social network da Dinamo Press.

“Basta iniziative spot e sprechi: sulle periferie decide chi le vive! Nel 2014, con grande clamore mediatico, articoli sulle principali testate giornalistiche e servizi televisivi, nasceva il progetto “Sotto il viadotto”. Grazie all’impegno del gruppo di giovani architetti G124 coordinato da Renzo Piano veniva riqualificata un’area sottostante al viadotto dei Presidenti. Il progetto, che ha visto l’installazione di alcuni arredi urbani fatti con materiali di riciclo, la piantumazione di alcuni alberi e la riqualificazione dell’area, doveva essere il primo step per la nascita di una “green line” ciclabile e pedonale che doveva nascere sulla sede tranviaria mai realizzata progettata negli anni ’90” continua il testo che accompagna il filmato.

“Cosa rimane due anni dopo del progetto “Sotto il viadotto”? Nulla. L’area interessata dalla riqualificazione non solo non è mai stata vissuta dal territorio, ma è di nuovo in uno stato di completo abbandono. Un monumento allo spreco. Perché questo è accaduto? Perché chi vive questo territorio non è mai stato coinvolto, altro che “piazza” a disposizione dei cittadini. Perché è stata un’iniziativa spot per il progetto di Renzo Piano e per assessori e politici, ma che non ha mai visto la partecipazione della cittadinanza. E della “green line”? Neanche l’ombra. Tradite anche le speranze di quei giovani architetti che avevano immaginato e lavorato per la riqualificazione di una porzione di città abbandonata, immaginando una “ricucitura urbana”, all’insegna della sostenibilità.”

 

 

 

Nuovo Salario, ripristianato asfalto in via Monte Cervialto

caditorie-monte-cervialtoIl presidente della commissione lavori pubblici e mobilità del III municipio Franco Rauccio annuncia sui social il ripristino del manto stradale di via Monte Cervialto, con attenzione a mantenere pulite le fessure per l’acqua piovana. Un post che apre una discussione interessante con il sig. Lorenzo che suggerisce: “ottimo per le auto, ma non per le altre utenze della strada. La vogliamo realizzare la corsia ciclabile prima di ridipingere la segnaletica orizzontale?“. La proposta nasce dall’osservazione della larghezza della carreggiata, che serve in verità anche le linee express dell’Atac. L’idea, secondo il sig. Lorenzo, sarebbe quella di ricavare la bike lane “al posto dei cassonetti e dei parcheggi, spostando la fila di posti per le auto verso il centro della carreggiata“. Poi il monito al presidente della commissione: “ricordate che ogni lavoro di manutenzione straordinaria deve per legge prevedere la realizzazione di una corsia per le biciclette“. Rauccio replica al commento scrivendo il nome dell’Assessore ai lavori pubblici municipali Patrizia Brescia, rimandando evidentamente la proposta a lei. Da parte dell’assessore, tuttavia, non c’è risposta. Sul suo profilo social compaiono da settimane soltanto foto e notizie che non riguardano la sua attività municipale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: