Emanuela Maggini

“Roma de sole e de luna”

Città eterna de tetti e campanili, de piazze, fontane e cortili.
Cupole svettanti, quartieri emarginati, pezzi de muri antichi trasandati.
Gente che piagne perché è disoccupata, governo ladro!
Roma pigra e svojata,
“te serve lavoro, nun ce pensà t’aiuto io!”
E poi…
“Bonanotte ar secchio, ognuno pensa ar suo..”
Er gran fiume t’attraversa e de giorno lava via tutto lo zozzo de la sera prima,
notte ghiotta,
che alle anime dannate je fai gola,
notte romana,
de lucciole e padroni,
“piacere sono un trans me chiamo Lola!!”
Roma dei papi e delle chiese:
“che Dio te benedica fijo mio! Abbi fede!”
M’affido a te padre Silvano e intanto mentre parli,
gesticoli cò l’oro tra le mano.
Dei tuoi ruderi padroni sono i gatti,
che se movono lenti come girasoli.
Fin dai tempi antichi abbracci tutti,
bianchi, neri, gialli e mulatti.
Cuore pulsante de tutte le arti, impero grande,
che incassa onori e dispiaceri,
città dei fori,
del commercio, de scambi e mazzette de favori.
De giorno sei la giungla e sei l’inferno,
ma la sera te rilassi e brilli dei tuoi fasti.
Dall’alto vedi tutto,
Roma mia come t’hanno ridotto!
Sei de sole e sei de luna,
splendi e sogni,
e a gente allegra je dai fortuna.

“Caleidoscopio”

Curioso è lo sguardo
Di chi scruta, studia,
ogni figura mobile di questa realtà mutevole
che si rigenera,
variegata, cangiante nel colore e nella forma.

Dall’esterno l’occhio sbircia
Rapisce, cattura l’immagine che cambia in ogni istante,
ed ecco che tutto vedo rosso quando amo,
azzurro in sogno,
nero se son triste,
a tratti arancio, giallo,
e verde di speranza,
rosa di bambina.

Così il mondo ruota di continuo e vede facce sempre nuove,
che s’incontrano,
si parlano o si evitano,
in ogni luogo,
in mille direzioni,
da ogni angolazione e prospettiva,
e tutto si capovolge, si stravolge
nel caleidoscopio della vita dove nulla vi è di definitivo.

Annunci

Comments

  1. Riccardo says:

    Queste poesie sono meravigliose.
    La poesia sulla nostra fantastica città ci tocca e ci rende orgogliosi nonostante le problematiche.
    Ottima poesia
    Bravissima

  2. Bravissima, quella su Roma è uno spettacolo. Degna delle più alte produzioni del cinema Romano. Brava

    Dom G

  3. Bellissima la poesia su Roma, richiamo ai fasti e splendori della città eterna e allo stesso tempo monito alle problematiche odierne che stiamo vivendo. Hai saputo rendere bene la contrapposizione tra ciò che è stata qst città e ciò che è diventata oggi, senza tralasciare l’atmosfera unica che solo Roma può regalare. Bravissima!!!
    Gina

  4. fabio says:

    Roma dei papi e delle chiese:
    “che Dio te benedica fijo mio! Abbi fede!”
    M’affido a te padre Silvano e intanto mentre parli,
    gesticoli cò l’oro tra le mano.

    che dire… applausi!!! 🙂

  5. gianfranco maggini says:

    Ho scoperto una figlia poetessa!

  6. Laura says:

    Brava Brava Brava!!! Poesie bellissime, mi hanno commosso! Complimenti 🙂

  7. Giacomo says:

    Bravissima Emanuela!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: