Tommaso (recensione film)


tommasodi Salvatore Cusimano

Dopo una lunga relazione, Tommaso (Kim Rossi Stuart) riesce a farsi lasciare da Chiara (Jasmine Trinca), la sua compagna. Lo attendono libertà e innumerevoli avventure. Tommaso è un attore giovane, bello, gentile e romantico, ma oscilla perennemente tra slanci e resistenze, le sue relazioni finiscono dolorosamente sempre nello stesso modo, tra inconfessabili pensieri e paure paralizzanti. Questa sua coazione a ripetere un giorno finalmente s’interrompe e intorno a sé si genera un vuoto assoluto. Tommaso ora è solo e non ha più scampo: deve affrontare quel momento del suo passato in cui tutto si è fermato.

Rossi Stuart si permette di ridere di se stesso e del suo personaggio, di farne una creatura anche buffa, e di renderlo quasi ostico con una recitazione volutamente sopra le righe. L’effetto è quasi disturbante, poi ci si crede, così che il personaggio diventa divertente, riuscendo a creare una certa dose di empatia, con situazioni divertenti ed esilaranti. A volte ricordando, anche come look, il giovane Nanni Moretti con i suoi primi dubbi esistenziali.

kimUn film lo si fa perché si hanno delle cose da dire, anche in modo impreciso e disordinato, ma ciò rende il tutto onesto, spiritoso, disturbante, spiazzante, nevrotico. “Tommaso” è tutte queste cose, un film che parla, che ti mette davanti tutte le paure e tutte le insicurezze di un uomo di mezza età, che va alla continua ricerca di se stesso e del ‘bambino’ che è in lui, in ciò parafrasando e ironizzando i continui e spassosissimi ricorsi allo psicologo.

È un’opera coraggiosa, libera, certamente non perfetta, ma che non trasmette mai un senso di estraneità,. Anzi, la simpatia per il personaggio ad un certo punto prende il sopravvento, grazie anche al riuscitissimo personaggio di Sonia, una bravissima Camilla Diana.

Location e musiche adatte al film, con una sorta di cupo sottofondo che accompagna il tutto, rendendo la pellicola una di quella da vedere comunque, quanto meno per trovare qualcosa di ‘diverso’ nel panorama italiano.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: