Redazione

Blog del III Municipio di Roma – in attesa di registrazione

Redazione: Maria Teresa Maccarrone, Alessia Vetro, Stefano Eligio, Gaia Patanella

Hanno collaborato: Anna Punzo, Fabrizio Lai, Rita Vennarucci, Salvatore Cusimano, Stefano Terenzi, Barbara Scarinci, Salvatore Musillo, Don Massimiliano Testi, Cinzia Romagnoli, Fabio Cerritelli

Annunci

Comments

  1. UNA BATTAGLIA LEGALE PER UNA CULTURA POPOLARE
    DIFENDIAMO IL CENTRO DI CULTURA POPOLARE DEL TUFELLO!!!!

    L’ATER ha deciso di portare in tribunale il CCP per “..il pagamento della morosità accumulata per il godimento illegittimo del locale di proprietà ATER..”, dopo aver posto da anni una martellante richiesta di esagerate corresponsioni, un cumulo di assurdi arretrati per chi invece ha salvato i locali abbandonati di Via Capraia, rendendoli agibili e messi al servizio del quartiere e non solo, svolgendo compiti sociali che nessuna istituzione ha saputo fare.
    Tutti voi conoscete il Centro di Cultura Popolare del Tufello, le sue lotte di impegno civile, la sua presenza nel territorio fin dalla sua nascita, era il lontano 1975, dalle tematiche legate alla lotta alla tossicodipendenza, ai problemi giovanili, delle donne, del lavoro, della lotta per la casa, sull’antirazzismo, l’immigrazione e la diversità, della cultura da ridare ai cittadini, nonché il recupero di zone come il parchetto del Tufello, tutto questo è quello che ha fatto e che continua a fare il CCP, un elenco talmente lungo da non poter essere brevemente riportato, un lavoro negli anni che ha colmato il vuoto lasciato dalle istituzioni, oggi invece di riconoscere la funzione sociale svolta sul territorio ci trascinano in tribunale.
    Una associazione REALMENTE no-profit, dove l’unico sostegno è l’autofinanziamento, dove ancora oggi si sopravvive con corsi di vario genere, dal teatro per disabili ai laboratori di musica e danza popolare, promuovendo spettacoli di vario genere, dando voce e spazi a chi altrimenti non l’avrebbe o non se lo potrebbe permettere.
    Ebbene, tutto questo meriterebbe di essere difeso e sostenuto, appoggiato e finanziato, ma la realtà da contabili del profitto che animano certi enti pensa di non poter fare a meno dei soldi da spremere a luoghi e associazioni come il CCP.
    Soldi che non abbiamo e che non possiamo avere, non siamo un esercizio commerciale, da noi le attività si svolgono a prezzi popolari, i soldi che entrano ci bastano appena per pagare le bollette.
    E’ il momento di difendere il CCP, e tutte le associazioni che svolgono quel lavoro sociale nei territori che le istituzioni non fanno. Chiediamo il vostro sostegno non solo a chi ci ha conosciuto e vissuto in tutti questi anni, ma anche e soprattutto alle istituzioni, perché se sparisce il CCP sparisce non solo un pezzo di storia del quartiere, ma anche una realtà che ha riempito e ancora riempie i vuoti culturali e di aggregazione che nessuna sala giochi e scommesse potrà sostituire.
    Chiediamo alle istituzioni che ci venga riconosciuto il valore sociale del lavoro che svolgiamo sui territori, la regolarizzazione del diritto di locazione, la variazione di destinazione d’uso dei locali dove svolgiamo le attività ma soprattutto l’abbattimento del canone in canone sociale.

    FATE ARRIVARE IL VOSTRO SOSTEGNO ADESSO, NON CHIEDIAMO SOLDI (ANCHE SE CI SERVIRANNO, CERTO) MA SOLIDARIETA’, TESTIMONIANZA E SOSTEGNO IN QUESTA LOTTA CHE CI COINVOLGE TUTTI E TUTTE!

    CENTRO di CULTURA POPOLARE del TUFELLO —– ccptufello@yahoo.it

  2. Vincenzo says:

    Non era forse compito e obbligo dell’ ATER la manutenzione di tali locali e del resto?. Quante volte nel tempo tale obbligo è stato ” Disatteso” con un danno ai cittadini e direi anche all’ Erario?. Vogliono soldi, bene, che si faccia un computo dei danni economici arrecati nel tempo per la svalutazione di beni comuni li si decurti da quanto richiesto aggiungendovi il tempo e la spesa per la salvaguardia operata. Chi accetta posizioni di comando retribuite deve aver conoscenza della situazione ( può sempre rifiutare il posto…) ma , qualora lo aceetti se ne assuma in pieno l’ onere!. La gente è stufa di subire danni alla cosa comune senza che mai nessuno paghi. Cordiali Saluti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: