La La Land (recensione film di Salvatore Cusimano)

la la land

Los Angeles: Sebastian è un pianista che vorrebbe aprire un jazz club, che si guadagna da vivere suonando nei piano bar in cui nessuno si interessa a ciò che propone, Mia aspira a diventare attrice e mentre passa da un provino all’altro, serve caffè e cappuccini alle star. Si incontrano, dopo qualche frizione iniziale si innamorano, ma poi si mettono di mezzo le rispettive carriere.

Il regista Damien Chazelle puntualizza, sin dalla coreografica sequenza di apertura del film, che ‘La La Land’ è un musical nel senso classico del termine, dove si vede fin da subito il palese amore di Chazelle per la musica, e per il jazz in particolare, passione che permea ogni singola sequenza del film, così come nel suo precedente ‘Whiplash’. E traspare anche un grande amore per il cinema e la sua storia, che rende il genere musical adatto anche a chi non ama il musical, autentico, coinvolgente e trascinante, rendendo anche omaggio al cinemascope e al technicolor.

La classica suddivisone in stagioni, poi, da come risultato due ore che scorrono via leggere come un ballo, senza poi però lasciare quella sensazione di poco che alle volte rimane dopo film di questo tipo. Dopo la sua già citata precedente fatica, cruda e intensa, dalla quale recupera per una piccola parte anche J.K. Simmons, Damien Chazelle mette così in curriculum un altro successo.

La fotografia e i suoi colori vivaci, dati dal movimento dei corpi, dalla coreografia, dai costumi rende il quadro ancora più unico, in un contesto in cui ‘tutti a Los Angeles Venerano tutto, ma non danno importanza a niente”.

Emma Stone e Ryan Gosling, le due star e in pratica gli unici personaggi del film, sono molto bravi. Lei, già vincitrice del Golden Gobe, non sarà una bellezza alla Kidman o alla Theron, ma ha talento e freschezza, una bella ragazza vera, con quelle iridi grandi e affettuose, fragile e talentuosa, testarda ed elegante; lui, con quella sua faccia un po’ così, da duro (in ‘Drive’ perfetto nella figura di violento ma col cuore d’oro), si è messo in gioco e ci è riuscito benissimo, ineccepibile tanto nel ballo quanto nel canto, dando una credibilità inaspettata al personaggio di Sebastian.

L’affiatamento tra i due è evidente e funziona anche nei momenti musicali, dove i due possono sfogare il proprio talento inaspettato di performer. Si conferma così ancora una volta un talento registico e siamo sicuri che anche ‘La La Land’, come capitato negli ultimi 3 anni con Gravity, Birdman e Spotlight, lo rivedremo pesantemente agli Oscar del 2017.

Salvatore Cusimano

III Municipio, M5S alle opposizioni: “siate seri”. Bugli (Pd): “non si può fare politica se si disprezza la politica”. Nessuna partecipazione sul bilancio, il consiglio municipale rimane in aula per tre giorni nell’indifferenza della cittadinanza

bilancio-iii-municipioQuello che rimarrà della discussione del bilancio 2017 è la totale indifferenza da parte della cittadinanza e dei comitati di quartiere. La discussione, avviata con una riunione poco partecipata martedì con la presidente Capoccioni e continuata in aula per tre giorni ha registrato un’assenza pressoché totale di partecipazione. Scarso anche il dibattito sui social. A parlare del documento più importate per il municipio, quello senza il quale non si possono fare interventi su strade, parchi e scuole sono rimasti soltanto i consiglieri municipali, chiusi in conclave a Piazza Sempione.

[Read more…]

Roma, venerdì 25 novembre sciopero di 24 ore reti ATAC e ROMATPL – Orari e modalità

sciopero

Venerdì 25 novembre è in programma uno sciopero di 24 ore proclamato dalla segreteria territoriale di Cambia-Menti M410. Lo sciopero riguarda l’intera rete Atac: bus, filobus, tram, metropolitane e ferrovie regionali Roma-Viterbo, Roma-Lido e Termini-Centocelle.

Lo sciopero prevede le fasce di garanzia, servizio attivo sull’intera rete:
-da inizio servizio (compreso il servizio dei bus notturni nella notte 24/25 novembre) alle ore 8.30
-dalle ore 17 alle ore 20

 

Il servizio sull’intera rete non sarà garantito, quindi, dalle ore 8.30 alle ore 17 e delle ore 20 alle ore 5 (riguarda anche il servizio notturno nella notte 25/26 novembre) del giorno 26 novembre.

Nella notte 25/26 novembre non garantite:
-le corse delle linee A e B della metropolitana
-le corse delle linee bus e tram 8, 115, 913
-le corse delle linee bus notturne (da N1 a N28)

Durante lo sciopero, nelle stazioni delle linee metroferroviarie che resteranno, eventualmente attive non sarà garantito il servizio di montascale, ascensori e scale mobili. Non sarà garantito il servizio delle biglietterie.

RETE GESTITA DA CONSORZIO ROMA TPL SCARL

Lo sciopero riguarda anche l’intera rete gestita da RomaTpl scarl, limitatamente alla fascia oraria 8.30-12.30

(Fonte: Atac)

 

M5S Roma III Municipio: “Prendiamo nettamente le distanze dalle affermazioni della consigliera Burri”

impianto-ama“Come Movimento 5 Stelle ci definiamo portavoci dei cittadini.
Il nostro operato ha lo scopo di tradurre in azione politica la volontá popolare espressa attraverso l’elaborazione del programma. In nessun momento dunque, nessun portavoce potrebbe mai lontanamente pensare di prendere in giro i cittadini agendo in maniera difforme da quanto stabilito. Per questo motivo prendiamo nella maniera più chiara e netta le distanze dalla forma e dalla sostanza delle affermazioni rilasciate alla stampa locale dalla consigliera Francesca Burri.
Il M5S non si riconosce nelle sue esternazioni nè negli atti politici da lei portati avanti senza alcuna condivisione con il gruppo consigliare in relazione al problema dell’impianto di trattamento biomeccanizzato TMB di Via SALARIA” lo dichiara in una nota il Movimento 5 Stelle Roma del III Municipio.

Capoccioni: tutti sapevano, in arrivo donna competente e comunicativa

capoccioni“Ho deciso di ritirare le deleghe all’Architetto Patrizia Brescia in quanto pur essendo persona molto capace nel suo lavoro non è risultata compatibile con il ruolo di assessore.  Di questa mia decisione l’opposizione era al corrente, erano venuti a mostrarmi la mozione prima di presentarla e li avevo informati. Hanno soltanto cavalcato il momento. Anche l’Assessora lo sapeva. Ho atteso fino ad ora in quanto doveva portare a termine dei lavori per l’assessore capitolino alla mobilità Linda Meleo, un lavoro che non poteva essere lasciato a metà e che la Brescia ha svolto con la competenza che tutti le riconoscono. Rimane il fatto che gli assessori sono persone che devono interloquire con tutti ed io voglio che tutti abbiano la certezza di poter trovare un interlocutore attento nell’istituzione che presiedo. Ho la responsabilità delle scelte che faccio e per questo non manco di assumermi la responsabilità di cambiare un assessore se reputo che la scelta fatta non sia in linea con le necessità del territorio.  E sono le necessità del territorio a guidare le mie scelte, non l’opportunità politica o eventuali pressioni o richieste provenienti da singoli o gruppi d’opposizione. Anche per questo sono già arrivata al nome della sostituta. La ricerca è partita prima che il malessere delle opposizioni prendesse forma. La nuova Assessora, oltre alle imprescindibili competenze avrà una adeguata capacità d’ascolto per potersi rapportare e confrontare con gli uffici tecnici, tutti i consiglieri ed i cittadini. In ogni caso ringrazio la Brescia per il lavoro svolto fino ad ora” lo dichiara in una nota la presidente del III Municipio Roberta Capoccioni

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: