Lettera a Virginia Raggi, Assistenza domiciliare indiretta

“ROMA per l’assistenza domiciliare indiretta (savi) vorrei che arrivasse tramite GLI ASSESSORI DEL SOCIALE alla sindaca Virginia Raggi che la situazione dei disabili e delle famiglie é da alcuni anni peggiorata a proposito volevo ricordarle che la precedente amministrazione comunale ha cambiato le regole della 355 come l’anticipazione dello stipendio dell’operatore per ottenere il rimborso del contributo del savi con il bollettino pagato dell’inps vorrei rimarcare questo cambiamento della delibera 355/2012 c0n questa nuova La circolare n. 2268/13 dell’amministrazione capitolina prevede la stabile corresponsione mensile del contributo ai disabili ogni 10 de mese. Secondo una nuova prassi, instauratasi a seguito dell’approvazione (e della inesatta interpretazione) della delibera n. 191/2015, che modifica la n. 355/2012, invece, i disabili dovrebbero anticipare il pagamento della retribuzione in favore degli assistenti domiciliari e, solo dopo aver presentato la rendicontazione (le buste paga) al Municipio di competenza, ricevere il contributo vorrei ricordare a tutti che i disabili non sono imprenditori ma ASSISTITI E TUTTO QUESTO E’ ILLEGITTIMO.”

Loretta Raffaeli

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: