Tmb Salario, il Pd all’attacco del Sindaco Raggi: “M5S ferma percorso per chiusura impianto”. Corbucci: “mi aspetto di avere come miglior alleato la presidente Capoccioni”


no-tmb-salarioIl giorno dopo la doccia fredda arrivata dal Campidoglio, che per voce del Sindaco Virginia Raggi ha confermato la messa a pieno regime dei Tmb Salario e Rocca Cencia, il Partito Democratico romano va all’attacco del Sindaco e dell’assessore all’ambiente Paola Muraro. “Lunedì scorso la Regione Lazio aveva approvato all’unanimità un ordine del giorno, presentato dall’opposizione, per acquisire nella sede formale della conferenza di servizi per il rinnovo della procedura Aia, l’intenzione di Roma Capitale di chiudere l’impianto del Salario, stabilendone tempi e modalità. A questo atto politico atteso dai cittadini, la Sindaca Raggi ha risposto con due righe di un’intervista, nella quale non soltanto ha mostrato di non sapere che gli impianti siano attualmente in funzione, ma di ignorare anche i problemi odorigini che subiscono i residenti del III municipio e per i quali combattono ormai dal 2011.

In questo modo il M5S ferma il percorso, avviato dalla precedente amministrazione anche con atti formali, per la chiusura dell’impianto“. Sono le parole di Estella Marino, che è stata assessore all’ambiente di Roma Capitale e Riccardo Corbucci, assessore uscente in III municipio, entrambi esponenti romani dem. “Alla Sindaca di Roma Virginia Raggi e al suo assessore Paola Muraro vogliamo far sapere che la battaglia per la chiusura del Tmb Salario non si fermerà e che con questa decisione, annunciata sui giornali, il Comune di Roma ci riporta all’epoca di Alemanno, Visconti, Fiscon e Panzironi, quando ai cittadini veniva detto che non esisteva la puzza e che per gestire meglio l’impianto, sarebbe bastata un pò di manutenzione. Venne speso oltre un milione di euro, senza che la situazione migliorasse minimamente”. “Con l’atto approvato lunedì, la Regione Lazio sta quindi attendendo una risposta ufficiale da parte del Comune di Roma, per sapere se il percorso di progressiva dismissione del Tmb Salario potrà proseguire o meno” conclude Riccardo Corbucci “dalla Muraro, tuttavia, non potevamo aspettarci nulla di diverso da quanto emerso in queste ore. La Muraro, infatti, in passato è stata la referente del piano di monitoraggio e controllo dell’impianto, proprio quando i cittadini chiedevano maggiori controlli sulle emissioni odorigine. Come potrebbe oggi da assessore, quindi, sconfessare quanto fatto in passato da consulente?“.

Dal III municipio tutta tace e forse è per questo che Corbucci lancia una messaggio, che sembra essere più di una provocazione: “sia chiaro, mi aspetto di avere come miglior alleato in questa battaglia la presidente del III municipio Roberta Capoccioni. Che abbia il coraggio di fare quello che hanno fatto prima di lei Cristiano Bonelli e Paolo Emlio Marchionne“. Il riferimento è alle posizioni politiche dei due minisindaci, che hanno preceduto la Capoccioni, che in passato hanno scelto di sostenere le battaglie dei residenti, anche quando i rispettivi Sindaci sembravano essere più distanti dal problema del Tmb.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: