Vigne Nuove, via di Villa di Faonte rimane chiusa. Petrella: “ci mancava poco ribaltassi il tavolo”


Villa FaonteQuesta mattina si è svolta la commissione lavori pubblici del III municipio per discutere della chiusura di via di Villa Faonte. Alla riunione, richiesta dalla presidente della commissione trasparenza Giordana Petrella, hanno partecipato anche commercianti e residenti della via.

La strada è ancora chiusa ed in sintesi, spiega la Petrella, “gli uffici tecnici hanno riferito che i vigili del fuoco non sono l’autorità preposta ad autorizzare la riapertura della strada”. L’Ufficio tecnico, in seguito ad un sopralluogo effettuato nella giornata di ieri e dopo che i rilevamenti di Acea avevano, fortunatamente, scongiurato perdite di qualsiasi genere, si sarebbero resi disponibili intanto per procedere alla riapertura della strada, in accordo con i vigili urbani, delimitando tuttavia la parte di marciapiede dove si è verificato lo smottamento.

La Petrella in considerazione dei “danni subiti dai residenti e dai commercianti, che hanno visto gli introiti delle loro attività diminuire drasticamente” chiede all’assessore ai lavori pubblici Patrizia Brescia di adoperarsi per accelerare la risoluzione del problema. A quel punto, però, racconta la Petrella: “l’assessore Brescia inizia una disquisizione sulla necessità dell’intervento di un geologo”. Alla richiesta di specificare per quale ragione serva un geologo e cosa aspetti “il municipio a chiamarlo, dopo due settimane di chiusura” della strada, l’assessore replica: “che l’intervento avrebbe un costo elevato e che quindi sarebbe meglio chiamare il costruttore per farsi dare una copia delle ispezioni geologiche in suo possesso”.

È a quel punto che scoppia il putiferio, perché l’assessore Brescia ammette candidamente di non sapere chi sia il costruttore e di conseguenza di non aver provveduto a contattarlo. Una spiegazione che manda su tutte le furie la Petrella, che in passato è stata anche presidente della commissione lavori pubblici e conosce molto bene come si opera in questi casi. In un lungo sfogo sui social la Petrella non nasconde la propria rabbia: “dopo due settimane che la strada è chiusa non ti sei neanche interessata di andare a cercare il nome del costruttore per avere informazioni che per te sono necessarie alla risoluzione del problema? Non sei stata capace di alzare il telefono e chiedere alla segreteria dell’Ufficio Tecnico il nome e il numero di telefono?”. La risposta a queste domande da parte della Brescia fa ancora di più arrabbiare la combattiva presidente della commissione trasparenza, che si lamenta della mancanza dello streaming: “ci mancava poco che ribaltassi il tavolo, mi hanno sentita fino al terzo piano di Piazza Sempione”.

La Petrella conclude ricordando che l’assessore ai lavori pubblici Patrizia Brescia è la stessa che non si presenta mai in commissione trasparenza, seppur più volte invitata, avvertendo dell’assenza soltanto con un paio d’ore di preavviso. All’anima della trasparenza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: