III Municipio, diffida alla consigliera Pd Federica Rampini a non utilizzare le riprese audio-video della commissione servizi sociali. Palumbo (Pd): “bavaglio per impedire la discussione”. Marchionne: “occupazione delle Istituzioni”


michelangeliPenso a come sia strano e incoerente la richiesta di trasparenza e partecipazione a fasi alterne… trovarsi a dover riprendere una commissione pubblica per rendere noto a tutti cosa accade in Municipio e poi essere diffidata a farlo…” sono le riflessioni di fine giornata della consigliera democratica Federica Rampini, dopo la diffida scritta ricevuta dalla presidente della commissione servizi sociali del III municipio Daniela Michelangeli. Qualche mese fa le due consigliere si sarebbero potute scambiare i ruoli. All’epoca erano i consiglieri del M5S a chiedere le riprese in streaming delle sedute del consiglio e delle commissioni municipali. Nella passata consiliatura venne persino approvato un nuovo regolamento municipale, che regolava la possibilità di riprendere le sedute pubbliche di consigli e commissioni. Un regolamento che all’epoca venne contestato dall’opposizione pentestellata. Lo stesso regolamento che oggi viene invece utilizzato dalla consigliera Michelangeli per diffidare la collega Rampini “ad utilizzare le riprese audio-video della commissione del 26 settembre”. Riprese effettuate senza la necessaria autorizzazione della presidente della commissione, come previsto dall’art. 86 del Regolamento municipale appunto.

LA DIRETTA STREAMING A FASI ALTERNE
E’ il gruppo del Partito Democratico a cercare di ricostruire l’accaduto. “Questa mattina la presidente della commissione Politiche sociali del III Municipio ha impedito al Partito democratico di discutere in commissione l’atto a firma del gruppo municipale in un’inaudita dimostrazione di mancanza di rispetto per la minima dialettica democratica” spiega il consigliere Yuri Bugli, presente in commissione servizi sociali per discutere l’ordine del giorno riguardante il reperimento dei necessari fondi per garantire il mantenimento dei servizi sociali del municipio. L’atto, protoccolato l’8 settembre, non era stato calendarizzato per la seduta di commissione del 23 settembre. Al suo posto i consiglieri democratici si erano trovati a dover esprimere un parere su un altro atto, protocollato in una data successiva, ovvero il 14 settembre. Già in quell’occasione, pertanto, il gruppo Dem aveva “richiesto di convocare il prima possibile una commissione per esprimere un parere anche sull’atto“, protocollato in una data antecedente a quello portato in votazione.

VOTAZIONE SENZA DISCUSSIONE
Una volta ottenuta la nuova convocazione della commissione, tuttavia, secondo il gruppo Democratico i problemi sono proseguiti. “Ci siamo dovuti confrontare con l’invincibile volontà della presidente della commissione di aprire i lavori votando contestualmente un parere all’atto, senza poterne neppure parlare. Alla richiesta di discutere dell’odg prima di votarlo, la presidente ci ha comunicato la sua contrarietà a discutere dell’atto“. Una presa di posizione dovuta alla convinzione della presidente Michelangeli che l’espressione di parere, non prevedesse anche una discussione sull’argomento. A quel punto i toni si sono accesi. Bugli lamenta la “chiusura motu proprio della commissione da parte della presidente” nel tentativo di impedire al consigliere di parlare dell’atto, che alla fine non ha così ricevuto alcun parere.

diffida-rampiniLA RAMPINI IN DIFFIDA
I consiglieri democratici, tuttavia, non si danno pervinti. “Ovviamente porteremo l’atto in Aula come previsto dal regolamento municipale, anche senza il parere della commissione competente, ma l’atteggiamento di gestione della commissione secondo dinamiche tutt’altro che corrette e rispettose delle opposizione ci lascia basiti“. Una commissione che ha poi lasciato ulteriori strascichi. Infatti subito dopo la chiusura della seduta, la presidente della commissione servizi sociali, con una nota prot. 92899, ha diffidato la consigliera Federica Rampini dall’utilizzare le riprese audio-video della commissione. Una decisione che ha seccato non poco il consigliere Yuri Bugli: “tutto questo ha dell’assurdo, mi chiedo se è intenzione dei rappresentanti del Movimento 5 Stelle imbavagliare le opposizioni, che denunciano le loro gravi mancanze“.

DALLA TRASPARENZA COMUNALE PALUMBO PARLA DI BAVAGLIO
marco-palumboSulla questione è intervenuto anche il presidente della commissione trasparenza capitolina Marco Palumbo: “oggi cade il centesimo giorno dall’insediamento della Giunta Raggi e a parte la vicenda grottesca che ci sta appassionando circa la nomina dell’assessore al bilancio, dobbiamo registrare che nei Municipi, a tutti i livelli, regna la paralisi istituzionale. Paralisi determinata dagli amministratori cinque stelle che stanno dimostrando di non saper gestire nemmeno l’ordinaria amministrazione. Basti pensare a quanto avvenuto oggi nel III Municipio dove e’ stato impedito di discutere un atto presentato dai consiglieri Pd in commissione politiche sociali. L’ordine del giorno in questione riguardava il reperimento dei fondi per garantire il mantenimento dei servizi sociali nel municipio che sono praticamente al collasso“. Poi l’attacco sullo streaming negato: “i consiglieri avevano anche chiesto lo streaming della seduta, ma e’ stato impedito e una consigliera, che aveva ripreso tutta la discussione e’ stata addirittura diffidata dal diffondere le immagini. Trasparenza e democrazia ‘orizzontale’ solo quando gli pare, senza rispetto per le istituzioni e le procedure democratiche. E senza rispetto per i cittadini che aspettano risposte e soluzioni sulla macelleria operata a danno dell’assistenza sociale“. La vicenda verrà portata all’attenzione della commissione trasparenza capitolina: “è ora che gli amministratori cinque stelle smettano di ordinare ‘bavagli’ e di impedire la discussione, come fanno anche in Campidoglio fuggendo tutti i confronti“. Ancora nessun commento, invece, da parte della presidente della commissione trasparenza del III municipio Giordana Petrella.

OCCUPAZIONE DELLE ISTITUZIONI
marchionne-rampL’attacco più duro arriva dal mini sindaco uscente Paolo Emilio Marchionne: “siamo di fronte ad un’occupazione vera e propria delle istituzioni e un uso improprio degli spazi democratici. Sono appena trascorsi i primi cento giorni della Giunta Capoccioni e quello che la contraddistingue è una sistematica impasse sulle azioni di governo, mentre si continua a fare un uso assai discutibile delle istituzioni“. Marchionne rilancia anche sull’utilizzo improprio dalla sala consiliare (clicca qui): “stasera l’aula consiliare di piazza Sempione ospiterà una kermesse di partito, mascherata da iniziativa informativa sulle ragioni del ‘no’ al referendum costituzionale. Una passerella per i notabili del M5S di zona, capitanati dall’onorevole Lombardi. Di certo l’aula di piazza Sempione negli anni passati è stata utilizzata non solo per le adunanze del Consiglio: mostre gratuite, convegni a carattere storico, spazio per associazioni del quartiere e nazionali, incontri per discutere di mobilità, ciclo dei rifiuti, sviluppo del territorio, luogo in cui il Municipio III ha accolto studenti degli atenei romani e non solo. Ma invece il primo impiego scelto dal Movimento Cinque Stelle è quello di utilizzarla per scopi propagandistici e trasformarla in una sede del proprio partito“. “Questo fa il paio con quanto avvenuto ieri nella commissione servizi sociali” continua il capogruppo del Partito Democratico “dove ai consiglieri del Partito Democratico è stato impedito di discutere di una nostra proposta inerente le criticità dei servizi sociali sul territorio del Municipio III. Nel frattempo non vengono affrontati i problemi del territorio, dalla Giunta Capoccioni in 100 giorni di governo è stata partorita una sola delibera per istituire un osservatorio. La maggioranza del M5S decide di chiudere gli spazi di confronto istituzionale e issare la propria bandierina sul palazzo di piazza Sempione. Dopo il refrain della trasparenza e della partecipazione, alla prova dei fatti, si sono arroccati dentro il palazzo“.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: