Fidene, cronaca di una normale giornata romana di settembre


foto-campanadi Salvatore Cusimano

La prima cosa che fai, di solito uscendo, è quella di buttare l’immondizia che hai accuratamente separato in casa fuori nei cassonetti stradali, visto che l’attuale sistema in zona prevede questo. Arrivare lì, nel solito cassonetto, alla solita ora e trovare la solita sorpresa: sacchi di calcinacci, elettrodomestici vari (tv, lavatrici) e tanti altri materiali di scarto, probabilmente derivanti da lavori di ristrutturazione.

Questa ‘immagine’ è quella che si ritrova chiunque ormai da mesi lungo la strada a via San Gennaro, all’incrocio con Via Altagnana. Non valgono a nulla le segnalazioni fatte quotidianamente, e sottolineo quotidianamente, all’AMA e ai suoi  – da poco – volenterosi operai. Nulla, l’indomani della quotidiana segnalazione la situazione è sempre la stessa. Prima cosa che pensi: maledetti incivili, seconda cosa che fai: risegnali all’AMA, terza cosa che ti passa per la testa: qui occorre fare qualcosa di serio, basta, STOP!!!

Armato di pazienza, un volenteroso cittadino della zona stila un foglio A4 di Word, in quattro copie, dove velatamente minaccia chi passa da lì e deposita le sue schifezze, ingombranti o meno, posizionando tali ‘pezzi di carta’ sui cassonetti; risultato? Quasi nulla, forse un po’ meno di schifezze, ma pur sempre presenti. Che si fa? Si lascia correre, restando sconfitti di fronte a tanta inciviltà?

Giammai!!!!!

Il sempre volonteroso cittadino si attiva con un po’ di colleghi suoi a pensare a una soluzione, sfruttando le proprie conoscenze lavorative. Si invia all’assessore del municipio una bozza di studio di fattibilità per un piano di campionamento ‘ragionato’, finalizzato all’installazione di telecamere in alcuni punti critici del municipio. Servirà? La risposta è: non si sa, ma intanto si rientra nella logica ‘ognuno nel suo piccolo fa quel che può’!!!

Passo successivo? Rompere l’anima al citato assessore, affinché legga il progetto e dia un suo giudizio sulla fattibilità o meno dello studio. E intanto a Via San Gennaro? Spunta sempre qualcosa tra la notte e il mattino: tranquilli, ci sono poche certezze nella vita, una sta diventando proprio questa, insieme ad un’altra: NON MI DO PER VINTO, GIAMMAI!!!

Penso che come primo (secondo? terzo? quarto?) passo vada bene così, e mi auguro che ognuno nel ‘proprio piccolo faccia quel che può’!!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: