III Municipio, Filini denuncia: “gli assessori Rampini e Comito esautorati dai propri compiti”. Un’ordinanza di Marchionne avrebbe assegnato le deleghe al minisindaco e al personale amministrativo. Per il Pd: “giunta in carica, squadra lavora per i cittadini”


giunta III municipioBagarre nel consiglio del 1 aprile scorso dopo l’intervento del capogruppo di Fdi Francesco Filini, che dopo aver preso la parola, ha illustrato all’aula i contenuti dell’ordinanza n. 1 del 31 marzo 2015 a firma del presidente Marchionne, con la quale, secondo il consigliere di opposizione, il minisindaco “avrebbe riorganizzato la propria segreteria, esautorando dai propri compiti istituzionali gli assessori Federica Rampini (Pd) e Antonio Comito (Lista Civica)”. Grazie alle riprese del sito www.incomunetv.it, è possibile ascoltare l’intervento integrale di Filini e le repliche di alcuni consiglieri di maggioranza e dello stesso assessore Comito.

Motivo del contendere la differente formulazione scelta nell’ordinanza per attribuire i compiti ai diversi assessori. Mentre gli assessori “confermati” Elonora Di Maggio (sociale), Vittorio Pietrosante (Commercio), Pierluigi Sernaglia (scuola) e Gianna Le Donne (ambiente) avrebbero mantenuto – secondo Filini – pieni poteri, confermati dalla possibilità di poter usare il personale dell’ufficio del presidente per espletare le proprie funzioni; per le deleghe degli assessori Rampini (bilancio, trasparenza e sport) e Comito (Patrimonio e Personale), l’ordinanza prevedrebbe la necessità di un’esplicita indicazione da parte del Presidente del Municipio, in assenza della quale gli assessori non potrebbero utilizzare il personale di segreteria. In sostanza Filini ha parlato di “assessori delegittimati e commissariati dal presidente del municipio e dal presidentissimo, che è il direttore del municipio”.

Un attacco che non è piaciuto alla maggioranza, che ha replicato con i consiglieri Francesco Coronidi e Yuri Bugli, entrambi del Partito Democratico. Tuttavia il clima in aula non è sembrato dei più sereni, con molti consiglieri che sono sembrati all’oscuro dell’ordinanza. Per il presidente del consiglio Riccardo Corbucci (Pd): “la giunta è in carica e il presidente del municipio non ha certo bisogno di artifici dialettici, se vuole intervenire su qualche delega. La nostra è una squadra che, tra molte difficoltà dovute alla vicenda cittadina, cerca di lavorare per il bene dei cittadini”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: