Elettrosmog, il voto contro l’antenna della scuola Don Bosco divide il M5S del municipio


antenna don boscoLa scorsa settimana il Consiglio del III municipio aveva approvato la risoluzione con cui si chiede alla compagnia che gestisce l’impianto Vodafone che si trova sul tetto della scuola Don Bosco di Piazza Monte Baldo a Montesacro, di smontare l’antenna o “in subordine a Roma Capitale, di rescindere il contratto di locazione in essere e provvedere alla dismissione del sito. Ad applaudire la decisione dell’aula, approvata all’unanimità con la sola astensione del capogruppo del M5S Massimo Moretti, sia il minisindaco Paolo Marchionne che il capogruppo della Lista Civica Gianluca Colletta, promotore dell’atto e dell’istituzione dell’osservatorio sull’elettrosmog.

Proprio sull’astensione in aula del consigliere pentestellato Massimo Moretti, tuttavia, si erano concentrate le critiche di Riccardo Corbucci, presidente del Consiglio municipale e Yuri Bugli, presidente della commissione Servizi sociali.

“Eravamo abituati alle stravaganze degli eletti del M5S su temi quali l’esistenza delle sirene o sulla presenza di microchip installati in segreto sotto la pelle degli italiani – avevano scritto i consiglieri del Pd – tuttavia il capogruppo dei pentastellati, Massimo Moretti, si è rifiutato di sostenere una risoluzione della maggioranza per la rimozione dell’antenna di telefonia mobile installata sul tetto della scuola Don Bosco. Il consigliere Moretti – proseguivano i consiglieri democratici – dopo un anno e mezzo di attività amministrativa preferisce trincerarsi dietro un’interpretazione assurda e kafkiana dello status quo, invece di difendere la salute dei cittadini”.

A distanza di una decina di giorni, però, arriva un altro capitolo della vicenda. Il consigliere del M5S Simone Proietti, assente in quella seduta di consiglio, ha scritto sul proprio profilo social un commento “solo per essere chiari. Sono stato fuori Roma per una settimana e non sono stato presente al consiglio dove si è votato un atto sulle antenne radio base. Su certe cose non ci dovrebbero essere fronzoli dialettici o prese di posizione da parte di chissà chi quando esiste una sentenza del Tar che certifica, se mai ce ne fosse bisogno, il fatto che le antenne radio base sono dannose per l uomo, figuriamoci per i bambini. Io sono a favore della mozione che aveva come proponente il Cons Colletta. Le antenne di quel tipo generano campi elettromagnetici dannosi alla salute e Quell antenna sopra una scuola va tolta!senza se né ma. Pertanto non sono assolutamente d’accordo con la votazione del mio collega Massimo Moretti come portavoce del M5S ribadisco il mio no a questo tipo di antenne”.

Una presa di posizione che ha ricevuto subito il plauso del presidente dell’aula Corbucci “questa precisazione ti fa molto onore”, ma anche il commento del noto attivista del M5S Maurizio Merolli: “questa precisazione crea un problemuccio…”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: