Piazza Minucciano, consiglio martedì 30 settembre alle 17.30 a Piazza Sempione. Fronte del no al cambio di destinazione d’uso fermo ad 11 consiglieri (8 di opposizione e 3 di maggioranza). Sel orientata verso il si all’intervento. D’Orazio: “scelgano se stare coi cittadini o con i costruttori”


piazza sempSi avvicina il fatidico consiglio sul cambio di destinazione d’uso su Piazza Minucciano. 55 mila metri cubi di cemento, che con il cambio di destinazione d’uso e gli eventuali bonus di cubatura ottenibili grazie al Piano Casa, potrebbero persino aumentare se si dovessero gettare le fondamenta per le sei palazzine previste dal costruttore.

Roma Capitale nella giornata di ieri ha dato un chiarissimo segnale al municipio, rinviando la discussione prevista sulla delibera in commissione urbanistica in attesa del parere del municipio. Un chiaro atto che fa capire come dal Campidoglio vogliano il via libera del municipio per procedere al cambio di destinazione d’uso. D’altronde in passato, quando il municipio respinse la proposta, l’intervento non venne portato in aula Giulio Cesare ed il costruttore si guardò bene dal dare seguito al commerciale, sperando in un’amministrazione più compiacente. Stavolta sembra essere la volta buona.

Le opposizioni si sono schierate tutte ufficialmente per il no all’intervento, eccezion fatta per il capogruppo di Forza Italia Roberto Borgheresi, che non si è ancora espresso ufficialmente. Nella maggioranza si sono palesati tre dissidenti alla proposta della giunta capitolina: i consiglieri del Pd Riccardo Corbucci e Marzia Maccaroni, iscritti al circolo Pd Giovanna Marturano che si trova a poche centinaia di metri da Piazza Minucciano. Contrario anche il capogruppo di Centro Democratico Fabrizio Cascapera, da sempre oppositore di ulteriore cementificazione del territorio. Un fronte del no che attualmente si fermerebbe ad 11 consiglieri a fronte dei 25 totali. I restanti 14 consiglieri sono tutti esponenti della maggioranza. Dieci sono del Partito Democratico, se si considera anche il Presidente del municipio Paolo Marchionne, due sono della lista civica Gianluca Colletta, figlio della nota attivista ambientalista Daniela Caramel e Filippo Laguzzi, due infine sono di Sel Valeria Milita e Cesare Lucidi, consiglieri sostenuto in campagna elettorale dalla ex consigliera Michela Pace, da sempre contraria all’intervento edilizio. Proprio sul SEL, il cui voto sembra essere decisivo, che in queste ore si stanno concentrando le maggiori pressioni. Sia da parte di Roma Capitale, che del territorio. Domenico D’Orazio, presidente del comitato di quartiere Serpentara ed animatore da anni della resistenza all’intervento edilizio, scrive oggi sibillino sul proprio profilo social, per commentare la notizia di una mozione approvata in II municipio contro il piano casa della Regione Lazio: “da noi il gruppo di Sel ha ritirato una mozione simile presentata in aula… Vuoi vedere che sotto sotto c’è il cambio di destinazione d’uso a Piazza Minucciano?”.

Un voto favorevole alla delibera su piazza Minucciano sarebbe una virata storica nella linea politica territoriale di Sel, che nel 2006 insieme con l’ex presidente dei Verdi Alessandro Cardente e le allora opposizioni di centrodestra, contribuì ad affossare la delibera per il cambio di destinazione d’uso a Bufalotta. A poche ore dall’assemblea pubblica di oggi alla Majorana (ore 17.30) e dal consiglio di martedì prossimo, le pressioni si moltiplicano, soprattuto quelle dei cittadini più organizzati che scrivono: “scelgano se stare con i cittadini o i costruttori”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: