III Municipio, il M5S denuncia l’uso politico della commissioni. Atti fermi da mesi senza parere e sedute di commissioni irregolari


commissione vuotaC’è ne è per tutti. Le commissioni consiliari del III municipio non funzionano come dovrebbero. A lanciare l’accusa il giovane consigliere del M5S Simone Proietti, che lunedì scorso ha chiesto al presidente del consiglio Riccardo Corbucci di applicare l’art. 85 comma 10 del regolamento e di provvedere alla chiusura della commissione lavori pubblici, presieduta dal piddino Fabio Dionisi.

La ragione è che le commissioni consiliari dovrebbero essere convocate ad un orario preciso ed aprire non appena si sia raggiunto il numero legale (almeno tre consiglieri) e comunque non oltre un’ora dall’orario di convocazione. Nel caso della commissione lavori pubblici di lunedì, che doveva ascoltare alcuni cittadini, in commissione erano presenti 4 consiglieri fin dalle 9 di mattina, ma erano assenti sia il Presidente Fabio Dionisi, che i due vice presidenti. Risultato: la commissione è stata annullata. Cittadini arrabbiati, consiglieri presenti esterefatti. Fabio Dionisi giunto nel palazzo di Piazza Sempione alle 10.05, un’ora e cinque minuti dopo la convocazione.

La commissione lavori pubblici, tuttavia, non è il il solo caso di mal funzionamento delle commissioni consiliari. L’opposizione ha denunciato per tutta l’estate la mancanza di convocazione delle commissioni servizi sociali e politiche scolastiche, nonostante per tutto agosto abbia tenuto banco la vicenda del bando degli Aec, gli operatori per i bambini con disabilità psico-fisica nelle scuole.

A destare preoccupazione anche le convocazioni congiunte delle commissioni ambiente e commercio, che violerebbero l’art. 85 comma 7 del Regolamento, che prevede la possibilità di convocare commissioni congiunte “quando una proposta concerna più materie o argomenti di una commissione”. In sostanza, quindi, le commissioni congiunte sarebbero possibili soltanto in presenza di un atto sul quale esprimere parere. L’oppodto di quanto avviene ora, con sopralluoghi nei mercati e nei supermercati del quartiere.

Dall’inizio di luglio, poi, in commissione lavori pubblici e ambiente sono fermi alcuni atti, che non hanno avuto il relativo parere come prevede il regolamento municipale. Un tentativo, forse, di rallentare il percorso delle proposte, che tuttavia la conferenza dei capigruppo può decidere di portare comunque all’attenzione del consiglio trascorso un mese dalla loro presentazione. Cosa che è avvenuta più volte nelle ultime settimane.

Il tutto proprio alla vigilia della commissione congiunta ambiente e lavori pubblici che dovrà dare questo pomeriggio (martedì 9 settembre) parere sul cambio di destinazione d’uso di Piazza Minucciano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: