Sociale, è polemica bipartisan sul bando Saish scuola ad agosto. Marchionne: “bando scritto bene, lavoreremo per servizio attivo a settembre””


saish scuolaBotta e risposta fra opposizione, maggioranza e Presidente del III Municipio Paolo Marchionne sul bando del saish scuola, emesso in pieno agosto dal dirigente del municipio dott.ssa Emanuela Bisanzio e che rischia, secondo i consiglieri di Fdi Francesco Filini e Marzia Maccaroni del Pd, di non far ripartire a settembre il servizio di assistenza agli alunni con disabilità. “L’ultima trovata dell’assessore alle politiche sociali Eleonora di Maggio, già nota alle cronache capitoline per aver ospitato fornendo vitto e alloggio i rom sgomberati nel palazzo del Municipio III, è quella di mettere a bando nel mese di agosto il servizio di assistenza e integrazione scolastica agli alunni disabili per l’importo complessivo di oltre 2 milioni di euro.

Nemmeno un mese per riaffidare e stravolgere un servizio tanto essenziale quanto delicato, senza garantire la continuità di assistenza e ripudiando ogni canone di buon senso”. E’ quanto dichiara in una nota, il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale del III Municipio, Francesco Filini.

“L’assessore Di Maggio – ha aggiunto Filini – farebbe bene a ritirare immediatamente il bando che scade il 3 settembre perché così come è stato congeniato potrebbe seriamente compromettere il servizio e recare gravi disagi all’utenza; inoltre molte cooperative sociali hanno rilevato palesi illegittimità nel pubblico incanto che sarà sicuramente oggetto di una pioggia di ricorsi. Senza considerare il fatto che le famiglie dei ragazzi non sono state minimamente coinvolte, ma questo non stupisce più di tanto: il marchio di fabbrica della Giunta Marchionne si chiama infatti ‘indifferenza’ per il territorio e per il suo tessuto sociale, la tanto decantata partecipazione è ormai uno slogan sbiadito della passata campagna elettorale”.

Anche dalla maggioranza arriva un monito preoccupato.
“Il bando sul rinnovo del servizio saish scuola, emesso durante il mese di agosto e le cui procedure di assegnazioni si concluderanno a ridosso dell’avvio dell’attività didattica, mette a serio rischio la continuità del servizio di assistenza e integrazione scolastica agli alunni con disabilità psico-fisiche” lo dichiara in una nota Marzia Maccaroni, presidente della commissione scuola del III Municipio. “La decisione di far uscire il bando ad agosto non è stata condivisa nelle commissioni scuola e servizi sociali, che avrebbero almeno potuto preavvertire le famiglie del probabile cambio di tutti gli operatori, che ogni giorno si occupano dei ragazzi” spiega Marzia Maccaroni “il nuovo bando ha infatti modificato l’elenco delle scuole che compongono i quattro lotti, circostanza che provocherà un tournover di operatori qualsiasi sia l’esito dell’avviso pubblico”. “Inoltre nel bando è prevista una riduzione della tariffa oraria degli operatori, che tornano ad essere i meno pagati di Roma” conclude Maccaroni “ritengo molto azzardata la scelta di pubblicare il bando a ridosso dell’anno scolastico e chiedo, dunque, che l’avviso pubblico venga ritirato e si proceda ad una proroga tecnica fino alla fine dell’anno, in attesa dell’emissione di un nuovo avviso pubblico, che venga redatto ascoltando le opinioni della consulta dell’handicap, delle famiglie e delle realtà del terzo settore”.

Risponde alle polemiche il presidente del municipio Paolo Marchionne. “Le angosce delle famiglie sono le nostre da mesi. Ci manca un milione ogni anno sull’assistenza agli alunni disabili, quest’anno siamo riusciti a recuperare 119mila euro, risorse aggiuntive al bilancio proposto dalla Giunta Capitolina. Non sono sufficienti e questo non si può negare, ma di certo a settembre il servizio sarà attivo. Non potrebbe essere diversamente. I tempi sono stretti, ma non sarà un problema che riverseremo sulle famiglie”.

Marchionne conclude sui social: “in Municipio in questi giorni, e da diversi mesi, stiamo lavorando perchè sia un buon inizio di scuola per tutti. Nella difficoltà data dalle scarse risorse che abbiamo, con il bando pubblicato e in scadenza il 3 settembre, a portare delle innovazioni che possano garantire la stabilità necessaria agli alunni e la professionalità degli operatori, attraverso la costruzione di equipe di operatori presenti nelle scuole e dedicati al servizio. Il bando è scritto bene, dovremo lavorare alacremente dal 3 settembre affinchè la settimana successiva i servizi siano affidati e il 15 tutto sia pronto per la prima campanella”.

Nessun commento da parte dell’assessore ai servizi sociali Eleonora Di Maggio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: