III Municipio, una giornata di ordinaria follia. Fra nomadi che dormono dentro la sede del municipio, davanti agli anziani che danzano in piazza, e cittadini che protestano al Tmb di via Salaria


rom in municipioNemmeno il visionario regista Pier Paolo Pasolini avrebbe saputo fare meglio. La giornata di ordinaria follia di oggi in III municipio, non l’avrebbe potuta descrivere meglio nè un film del regista bolognese, nè un quadro di Escher. Una giornata cominciata questa mattina con la protesta delle famiglie nomadi, sgomberate ieri dall’accampamento abusivo di via val D’Ala nel quartiere Valli ed accampatesi questa mattina sotto il porticato del municipio III di Piazza Sempione.

Una presenza che si è protratta per tutta la giornata e che stanotte ha portato l’assessore ai servizi sociali di Sel del III municipio Eleonora Di Maggio alla decisione di ospitare per la notte quelle persone all’interno della sede  istituzionale di Piazza Sempione. Decine di persone a dormire con sacchi a pelo e giacigli di fortuna nell’androne del municipio. Il tutto, poi, davanti ad un centinaio di anziani, che incuranti di quanto avveniva nel palazzo della politica di Montesacro, erano impegnati a ballare in piazza all’iniziativa dell’estate romana di Radio Popolare.

proteste via salariaNel tardo pomeriggio, intanto, dall’altra parte del municipio, lungo la via Salaria, i cittadini di Villa Spada, Fidene, Serpentara e Nuovo Salario erano tornati a protestare contro la puzza dell’impianto Tmb dell’Ama di via Salaria. Una protesta rumorosa per chiedere la chiusura e la delocalizzazione dell’impianto. Una richiesta arrivata stavolta anche tramite le lettere dei bambini del quartiere, pubblicate questa mattina dal quotidiano la Repubblica e dirette al Sindaco Ignazio Marino. Anche questa volta alla manifestazione erano presenti, in silenzio, i consiglieri municipali Fabrizio Cascapera (Cd), Riccardo Corbucci (Pd), Jessica De Napoli (Ncd) e Simone Proietti (M5S). Assenti invece i membri della giunta municipale, che per la prima volta è stata contestata dai manifestanti, arrabbiati anche con il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e con il Sindaco di Roma Ignazio Marino.

lettera bambiniSulla vicenda i consiglieri del Pd Riccardo Corbucci e di Cd Fabrizio Cascapera hanno commentato: “facciamo appello al Sindaco di Roma Ignazio Marino, affinché intervenga sui vertici dell’Ama per risolvere definitivamente la quesitone degli odori nauseanti provenienti dall’impianto Ama di via Salaria, che rende invivibile la vita di migliaia di cittadini del III municipio”.

In giornata era intervenuto anche il Presidente del III Municipio Paolo Marchionne, che aveva espresso “profonda soddisfazione per la decisione della Giunta Capitolina sull’acquisizione dei 2736 mq di Piazza Sergio Corazzini al patrimonio pubblico”, spiegando che ” il Municipio III, in collaborazione con i cittadini, sta predisponendo l’atteso progetto di riqualificazione dell’area, che verrà destinata a verde pubblico”. Una situazione kafkiana quella di oggi in III Municipio. Dopotutto domani è un altro giorno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: