Scuola, sciopero dei lavoratori delle mense. Cattoi: “garantiti pasti”. Maccaroni: “qualità passa per tutela lavoratori e utenti”


MENSEAl via lo sciopero degli operatori delle mense scolastiche della capitale. Intorno le 13 gli addetti alle refezioni delle mense del Comune hanno protestato davanti la sede del Dipartimento servizi educativi e scolastici, in via capitan Bavastro, nel quartiere della Garbatella. “Vogliamo condizioni migliori di lavoro, con ritmi adeguati e stipendi dignitosi – protestano le lavoratrici con i rappresentanti Cgil Filcams, Cisl Fisascat e UIlTucs – è ora di finirla. Protestiamo non solo come operatori delle mense – continuano – ma anche come mamme e papà che vorrebbero un servizio migliore per i propri figli”.

“In occasione dello sciopero di oggi dei lavoratori dipendenti di alcune delle ditte appaltatrici del servizio di refezione scolastica, il nostro assessorato si è impegnato per garantire che a tutti i bambini e le bambine delle scuole coinvolte dall’agitazione fosse assicurata la distribuzione di pasti sostituitivi”ha dichiarato intanto in una nota Alessandra Cattoi, assessora alla Scuola, Infanzia, Giovani e Pari Opportunità di Roma Capitale. “In merito alle motivazioni della protesta, voglio ricordare che il Campidoglio non è tra le parti in causa ma che si è impegnato fin dal primo momento per favorire il confronto tra le organizzazioni dei lavoratori e le ditte che gestiscono la refezione. Proseguendo in questo ruolo di mediazione, ci adopereremo ancora per riaprire il tavolo delle trattative affinché si possano risolvere tutti i problemi rimasti in ballo. Auspico, in particolare, che tutte le ditte appaltatrici, come già alcune stanno facendo, vengano incontro alle richieste più volte avanzate dai lavoratori riguardo al mantenimento di alcuni istituti importanti, su cui è fondamentale che si trovi al più presto una soluzione”, conclude la nota

“Siamo vicini agli operatori delle mense scolastiche della capitale ed oggi personalmente ho voluto essere con loro al sit-in davanti alla sede del dipartimento servizi educativi e scolastici di via Capitan Bavastro” lo dichiara in una nota Marzia Maccaroni, presidente della commissione scuola del III municipio. “La protesta delle lavoratrici delle mense scolastiche, che sono anche madri e padri di bambini che usufruiscono della refezione scolastica, ci fa comprendere come la qualità del servizio passi dal rispetto per i lavoratori e gli utenti” spiegano Riccardo Corbucci, presidente del consiglio del III municipio e Fabrizio Cascapera, capogruppo del Centro Democratico “il miglioramento del servizio attuale passa per i controlli e per l’elaborazione di un nuovo capitolato d’appalto, che tuteli i bambini ed anche i lavoratori, che devono poter svolgere il proprio lavoro nelle migliori condizioni possibili, con ritmi adeguati e stipendi dignitosi”.

“Oggi le mense hanno funzionato con la distribuzione di pasti sostitutivi” conclude Marzia Maccaroni “come commissione scuola del III municipio abbiamo offerto volentieri un tavolo permanente di confronto, dove invitare le organizzazioni sindacali dei lavoratori delle mense scolastiche per discutere insieme di come migliorare il servizio”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: