Mense scolastiche, panini avariati e dentro buste senza data di confenzionamento. L’assessore di Roma Capitale Cattoi: “verifiche in 3 scuole”. Alla materna Sorelle Tetrazzini sopralluoghi dei consiglieri Corbucci, Bonelli e Filini


panini avariatiUna mattina di passione dopo lo sciopero del servizio mense scolastiche, che da martedì aveva costretto i bambini a mangiare panini preconfezionati. Decine di telefonate di genitori che hanno chiesto l’intervento del Municipio per verificare quei panini confenzionati in buste di plastica anonime, senza data di confezionamento e privi dell’elenco degli ingredienti usati, così come vorrebbe la normativa comunitaria.

In pochi casi persino alcuni panini avariati, che hanno fatto decidere alle insegnanti della scuoma materna Sorelle Tetrazzini di non dare quel cibo ai loro bambini. Il primo ad arrivare alla scuola di Serpentara, questa mattina, era stato il Presidente del consiglio municipale Riccardo Corbucci che dopo aver ispezionato la mensa ed aver parlato con insegnanti e genitori, aveva chiesto alla Cascina, la società che si occupa del’appaltone delle mense, “una immediata verifica sulla qualità dei panini serviti in questi due giorni, ricordando che il diritto allo sciopero non può tuttavia penalizzare la qualità del servizio“. Corbucci aveva lamentano l’assenza di una data che certificasse il confenzionamento dei panini, auspicando immediate verifiche e chiedendo l’intervento di Roma Capitale. A seguire erano arrivati nel plesso scolastico anche i consiglieri di opposizione Cristiano Bonelli (Ncd) e Francesco Filini (Fdi) che avevano raccontato: “in occasione dello sciopero di martedí sono stati portati ai bambini panini di qualità scadente, con alcuni che avevano evidenti tracce di muffa. È solo grazie al personale scolastico che si è accorto subito della muffa nei panini, che si è evitato che venissero consumati. L’episodio è molto grave e chiederemo subito al Presidente del Municipio e all’Assessore alla Scuola di chiarire immediatamente“.

L’assessore municipale alla scuola Pierluigi Sernaglia ha risposto quasi subito sui social network “riguardo alla Tetrazzini era sufficiente una telefonata: l’ho visitata lunedì ed ho segnalato la questione dei panini ieri“. Una replica tuttavia contestata dalla sig.ra Simona Scriboni,  genitore della scuola: “sarebbe stato invece opportuno un suo immediato sopralluogo per una questione così grave non pensa? Posso sapere a chi ha fatto la segnalazione? E poi come pensa di procedere? I genitori hanno tutto il diritto ad essere tranquillizzati e quindi attendiamo sue notizie“. Infine un affondo: “il sopralluogo effettuato da lei lunedi non era certamente per venire a verificare la qualità dei panini, visto che l’accaduto risale a martedi cioè il giorno dopo“.

Poco dopo è stata la volta della presidente della commissione Scuola Marzia Maccaroni, lontana da Roma, “mi spiace non essere a Roma, altrimenti come commissione scuola avremmo fatto un sopralluogo con le dietiste, perché i genitori hanno il diritto di essere tranquillizzati e noi politici abbiamo il dovere di vigilare, tutelare e cercare di risolvere le cose che non vanno“. A conclusione di una giornata convulsa le parole dell’assessore capitolino Alessandra Cattoi: “abbiamo ricevuto segnalazioni sulla presenza di muffa in alcuni panini distribuiti ai bambini di 3 scuole, in occasione dello sciopero del personale di martedì scorso delle mense. È stata immediatamente avviata un’indagine per verificare quanto accaduto, accertare le responsabilità e avviare la procedura sanzionatoria prevista in questi casi“. Un’azione immediata da parte dell’assessore che ha al contempo voluto tranquillizzare i genitori: “si tratta comunque di episodi isolati rispetto alla grande quantità di pasti sostitutivi somministrati, più di 100.000 per circa 600 scuole, il giorno dello sciopero. I panini vengono di norma confezionati da società specializzate, in atmosfera modificata a garanzia del mantenimento delle loro caratteristiche organolettiche, nutrizionali e igienico-sanitarie. La ristorazione scolastica romana è un servizio d’eccellenza, oggetto di continui controlli effettuati al fine di garantire la qualità e la freschezza dei pasti, perché abbiamo particolarmente a cuore la salute e il benessere delle bambine e dei bambini“.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: