Tufello, 3 kg di hashish e 400 grammi di marijuana nascosti in una terrazza


polizia 12Aveva preso diverse precauzioni per non essere scoperto L.E., italiano di 34 anni, abitante nella zona del Tufello. Lo stupefacente, infatti, lo nascondeva in un’abitazione di un conoscente, dove saltuariamente dimorava, mentre il grosso del carico era stipato in una stanza situata nel solario dello stabile, di cui era riuscito a procurarsi le chiavi. Non è stato facile, pertanto, per gli agenti del Reparto Volanti individuarlo e sorprenderlo con la droga. I segnali, però, erano inequivocabili. L’uomo, infatti, era stato notato più volte dai poliziotti mentre si intratteneva con persone della zona note per essere assuntori di sostanze stupefacenti. Sono iniziati, pertanto, dei servizi di appostamento e pedinamento, che hanno permesso di scoprire che l’uomo da qualche tempo era solito dimorare in un appartamento diverso da quello di residenza. Ieri, pertanto, è scattato il blitz. Gli agenti sono andati a prelevarlo presso la sua attività commerciale e da lì sono giunti presso l’abitazione individuata. Già dall’esterno hanno avvertito il tipico odore della marijuana. Nel corso della perquisizione effettuata, gli agenti hanno rinvenuto diversi involucri contenenti complessivamente oltre 300 grammi di marijuana pronta per lo spaccio ed alcuni grammi di hashish, oltre ad un bilancino di precisione ed un coltello intriso di stupefacente, servito probabilmente per confezionare le singole dosi. Rinvenuta anche una cospicua somma di danaro, oltre ad un foglio riportante nomi e cifre indicanti somme di danaro che gli investigatori ritengono possano ricondursi all’attività di spaccio. Le scoperte, però, non erano finite. In suo possesso, infatti, sono state ritrovate alcune chiavi, una delle quali è risultata aprire una stanza del lavatoio sita nella terrazza dello stabile. All’interno gli agenti hanno rinvenuto oltre 3 kg di hashish e 400 grammi di marijuana. L.E., pertanto, è stato accompagnato presso il Commissariato Fidene Serpentara e, al termine degli accertamenti, associato presso le camere di sicurezza, in attesa di essere condotto davanti all’ Autorità Giudiziaria per rispondere di detenzione di sostanze stupefacenti al fine di spaccio.

(Fonte: Questura di Roma)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: