III Municipio, il consiglio vota la chiusura dell’impianto entro il 2015. Riconversione in uffici e parcheggio automezzi, per non creare disagi ai cittadini. Corbucci: “finalmente una data certa per la chiusura”.


consiglio municipio salariaIl consiglio del III municipio, convocato presso la sala parrocchiale di Villa Spada, ha approvato all’unanimità un ordine del giorno che chiede a Roma Capitale la “chiusura dell’impianto Ama di Tmb di via Salaria entro il 2015 e la riconversione della struttura ad uffici e parcheggio e comunque nulla che arrechi disagio e disturbo ai residenti e ai lavoratori del territorio”. Nell’atto si chiede anche di ampliare la raccolta differenziata porta a porta ad altri quartieri del III Municipio.

“Per la prima volta abbiamo una data certa per la chiusura dell’impianto Ama di Tmb di via Salaria” le parole del Presidente del consiglio del III Municipio Riccardo Corbucci, che ha presieduto una seduta piuttosto vivace, ma che alla fine ha visto un voto unanime di tutte le forze politice. Una data che è stata concertata con l’amministrazione capitolina come ha confermato nel suo intervento in consiglio l’assessore all’ambiente del municipio Gianna Le Donne, che si sta occupando della questione con l’assessore comunale Estella Marino. “Con questo atto il Municipio prende una posizione netta per la definitiva chiusura di un impianto che in particolare negli ultimi anni ha causato innumerevoli problemi a tutto il circondario della Salaria” le parole del presidente del municipio Paolo Marchionne e della vicepresidente Gianna Le Donne. “Infine con questo atto intendiamo concludere la fase di strumentalizzazione politica di un problema reale, ma che verrà risolto con serietà ed atti concreti e non con inutili e pretestuose polemiche” spiegano i vertici del municipio. Le polemiche sono arrivate soprattutto dal centrodestra. Cristiano Bonelli del Ncd che aveva richiesto il consiglio straordinario presentando un atto per la delocalizzazione dell’impianto, ha infine deciso di votare l’atto della maggioranza per senso di responsabilità per continuare ad affrontare unitariamente la vicenda. Il capogruppo di FdI Francesco Filini, ex assessore ai servizi sociali nella passata amministrazione, ha invece parlato di “troppe parole e pochi fatti”. Molto duro anche l’intervento del vicepresidente del Parlamento Europeo Roberta Angelilli, che si è detta scettica sulla soluzione del problema ed ha formulato una serie di domande per capire se le parole di Ignazio Marino avranno anche atti conseguenti. Su Teleroma 56 durante un approfondimento sulla questione Adriano Travaglia, del comitato di quartiere Villa Spada e promotore del comitato contro l’impianto, ha spiegato che nel viaggio in Europa non fu possibile alla delegazione di Villa Spada interloquire con le Istituzioni europee, ma che in quell’occasione venne iscenata una protesta con bombolette puzzolenti per catturare l’attenzione del Parlamento Europeo. “Curioso che la Angellilli si faccia tutte queste domande soltanto ora che si trova in campagna elettorale per le prossime europee e non le abbia invece poste all’ex governatrice del Lazio Renata Polverini e all’ex sindaco di Roma Gianni Alemanno quando governavano” ribatte in trasmissione Riccardo Corbucci, che comunque si dice certo dell’impegno per il futuro: “la battaglia che i cittadini stanno combattendo da anni continua e tutte le amministrazioni, dall’Unione Europea, alla Regione Lazio che fortunatamente oggi è guidata da Nicola Zingaretti, fino ad arrivare a Roma Capitale e alla giunta del III Municipio, stanno lavorando per arrivare alla chiusura dell’impianto entro il 2015. Nel frattempo diminuiranno gradualmente le tonnellate di rifiuti lavorate, in conseguenza dei risultati della raccolta differenziata che si attesta intorno al 38%”. Oltre all’atto per l’impianto Ama di Villa Spada, il consiglio ha anche approvato un ordine del giorno incidentale del Movimento 5 Stelle sui rifiuti e il miglioramento della raccolta differenziata.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: