Befana, Piazza Lambertenghi e Parco Tufello invase dai bambini. Alcuni cittadini contro il municipio: “feste pagate da chi e solo in alcuni quartieri”. Le Donne (SeL): “tutte patrocinate gratuitamente”


marchionne befana“Mattinata di festa in III Municipio. Piazza Lambertenghi e Parco Tufello invase da bambini che si conoscono si divertono e riattivano i nostri quartieri! Grazie a tutte le associazioni e ai comitati che con il Municipio hanno organizzato questa splendida Befana” questo il post del vicepresidente del III municipio Gianna Le Donne, che scatena una lunga polemica sui social network. La prima ad attaccare l’iniziativa del municipio è Marina Fava, esponente dell’associazione “Il Mio Quartiere”, che scrive “che dire allora di Settebagni? Siamo completamente dimenticati, per il III Municipio non esistiamo, siamo solo un’appendice fastidiosa!!“.

Polemica anche Carolina Neri, frequentatrice del Cis di via Val Trompia vicino al vicepresidente del consiglio di Forza Italia Roberto Borgheresi che rincara: “hai ragione noi che abitiamo vicino Porta di Roma, zona di altro colore politico, abbiamo la mondezza che straripa sui prati sono stracolmi di mondezza non si fanno festicciole di questo tipo e tanto meno pagate da chissà chi“.

Il primo della maggioranza a replicare è il consigliere del Pd Yuri Bugli: “da quando in qua fare una cosa in un posto significherebbe “dimenticare” gli altri? Il nostro territorio è enorme, siamo partiti sempre dalle zone più periferiche proprio perché teniamo alla nostra intera comunità“. Difende l’iniziativa la stessa vicepresidente Gianna Le Donne che chiarisce: “le feste organizzate in mattina sono state patrocinate gratuitamente dal Municipio. Le associazioni e i comitati organizzatori, composti da volontari, si sono stretti in rete e in modo ripeto volontario e rimettendoci anche di tasca propria hanno organizzato le feste per tutti i bambini del municipio. Non esistono quartieri di colore politico ma solo persone che hanno voglia di darsi da fare e costruire una rete di solidarietà per migliorare il nostro territorio“.

Va giù molto pesantemente Mimmo D’Orazio, presidente del cdq Serpentara che laconicamente commenta: “i voti sò voti e le marchette pure…” per poi spiegare: “veramente ancora dobbiamo vedere un atto a favore del bene comune, gli unici due atti sono stati presentati dai cittadini tramite il M5S e Fabrizio Cascapera“. Un intervento al quale decide di rispondere direttamente il presidente del III Municipio Paolo Marchionne che racconta: “caro D’Orazio stiamo preparando la relazione semestrale sul nostro mandato, per la prima volta nella storia. Saranno invitati tutti i comitati e lì vedremo se siamo stati “inutili” come ci hai bollato qualche tempo fa”. Marchionne continua: “capisco la foga e l’astio, sono atteggiamenti che fanno parte della vita, ma forse ogni tanto fermarsi, ragionare, magari accorgersi di dover chiedere scusa per aver insultato gratuitamente una donna o un uomo che oggi hanno passato la mattina a montare e smontare gazebo, volontariamente, forse sarebbe saggio. Quantomeno educato. Forse quello che sfugge a qualcuno è questa differenza dalla precedente giunta. Nessuno ci ha “messo” a piazza Sempione se non il 63,95% dei votanti“. Anche il consigliere della lista civica Fabrizio Cascapera spezza una lancia in favore della giunta municipale: “Pierluigi Sernaglia, Gianna Le Donne e Yuri Bugli, sono persone molto attive e propositive, possiamo anche combatterci duramente in consiglio, ma credo nella loro buonafede“.

Chiude il presidente Paolo Marchionne che alza i toni per difendere l’operato della maggioranza: “siamo stati eletti nella nostra libertà. Per cinque anni sputeremo il sangue e intanto qualcuno sarà intento a sputarci addosso per poi rivendicare un qualche ruolo decisivo nei cambiamenti che stiamo realizzando. Polemizzare con alcune associazioni che hanno organizzato la Befana in una piazza che faceva schifo e abbiamo recuperato per i bambini del quartiere e in un terreno sottratto a possibili speculazioni mi sembra ridicolo e contraddittorio con quanto si sostiene di credere. Sono questioni che saremo ben lieti di approfondire ulteriormente perchè se a te, D’Orazio, sembrano marchette, invece devi sapere che sono il nostro vanto. Far riappropriare le persone dei beni comuni“. Una risposa alla quale Mimmo D’Orazio replica con un “bho!…. buona befana a tutti…“, che chiama la tagliente battuta finale del consigliere Pd Yuri Bugli: “è incredibile come sia rumoroso il brusio del nulla“.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: