Dopo le trattative con la polizia i militanti di Casapound lasciano lo stabile occupato questa notte in via Val d’Ala


via val d'ala

aggiornamenti:

12.20 Dopo le trattative con la polizia, i militanti di Casapound Italia hanno lasciato lo stabile in Via val d’Ala 200 che avevano occupato durante la notte.

***********

E’ in corso il  tentativo di sgombero da parte delle forze dell’ordine nello stabile di via Val d’Ala 200, in III municipio, occupato nella notte da militanti di CasaPound Italia per protestare contro le promesse non mantenute delle amministrazioni comunali  in materia di emergenza abitativa e riqualifica degli spazi abbandonati. Gli occupanti stanno resistendo al tentativo di sgombero incendiando materassi e lanciandoli dalle finestre. Sul posto sono arrivati anche i vigili del fuoco.

“A Roma le amministrazioni passano, ma il disinteresse nei confronti dell’emergenza abitativa e della riqualifica degli spazi abbandonati resta identico. Per questo motivo abbiamo deciso di tornare a occupare lo stabile di via Val d’Ala 200 in III Municipio”. Lo comunica in una nota CasaPound Italia, “i cui militanti – fa sapere la nota – nella notte, sono nuovamente entrati nello stabile abbandonato di proprietà dell’Enel da cui Cpi era stata sgomberata nel maggio del 2011”. “In questo edificio – aggiunge CasaPound – avrebbero potuto trovare casa trenta famiglie se la passata amministrazione di centrodestra non avesse ceduto ai ricatti politici dell’estrema sinistra donando in compenso ai cittadini di Roma in difficoltà solo tante promesse. Nel frattempo, in tutti questi mesi, l’amministrazione ha cambiato colore ma non un intervento di riqualifica dello stabile di via Val d’Ala è stato ancora posto in essere. Il palazzo è completamente abbandonato a se stesso, nonostante le solite promesse di mirabolanti progetti con cui all’epoca fu giustificato lo sgombero. Né, del resto, il comune ha provveduto a sistemare le famiglie sgomberate in situazioni dignitose, lasciandole in sistemazioni del tutto precarie e senza alcuna garanzia per il futuro. Noi – conclude la nota – siamo qui oggi per ricordare al sindaco che i cittadini romani non possono essere presi in giro impunemente, che le promesse si mantengono, non solo quando vengono fatte ai facinorosi alleati della nuova giunta, e non ce ne andremo finché non avremo risposte chiare dall’amministrazione”.

Il primo durissimo commento è del Presidente del consiglio del III Municipio Riccardo Corbucci. “Le occupazioni sono atti illegali intollerabili e bisogna smetterla di giustificarli chiamando in causa la disperazione delle persone per l’emergenza abitativa o la favola della riqualificazione di spazi abbandonati”. La nota continua:  “l’ennesima occupazione dello stabile di via Val d’Ala 200 nel quartiere Valli-Conca d’Oro ad opera di Casapound Italia rappresenta l’ennesimo atto di violenza politica nei confronti del territorio e delle Istituzioni” spiega Corbucci “mi auguro che movimenti ed associazioni del territorio mantengano i nervi saldi e ci consentano di liberare pacificamente i locali illegalmente occupati, da chi vorrebbe interpretare sentimenti di legalità ed invece si ritrova sempre a compiere atti di illegalità ed egoismo politico”. “Come più volte ho sottolineato qualsiasi forma di occupazione deve essere respinta con forza, poichè viola le regole sociali che tutti rispettiamo. In particolare quei cittadini che pazientemente aspettano in graduatoria che si liberi un alloggio popolare e che vengono soltanto strumentalizzati da queste azioni”.

“Condanniamo l’occupazione di questa mattina dello stabile di via Val d’Ala in III Municipio da parte di una formazione politica che si richiama apertamente al fascismo. A Roma c’ è un forte disagio abitativo, ma gli spezi abbandonati non possono essere concessi a formazioni neofasciste. Il Prefetto e il Questore intervengano con urgenza affinchè lo stabile venga messo a disposizione dei cittadini per un uso pubblico e sociale e per affrontare l’emergenza abitativa”. Lo dichiara, in una nota, Gianluca Peciola, capogruppo di Sel in Campidoglio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: