Scuola, i genitori riqualificano l’elementare Chiovini nel week-end. Marchionne: “incoraggiamo i cittadini”


chiovini

da www.corriere.it

Entrando in aula stamattina, i trecento alunni dell’elementare «Ernesto Chiovini» alla Serpentara, troveranno una scuola nuova, ridipinta nel weekend proprio dai genitori. Suddivisi per classi, una cinquantina di mamme e papà hanno scelto insieme i colori: crema abbinato al verde, giallino con qualche farfalla ma anche piccoli addobbi con foglioline e fiori per coprire tubi del riscaldamento un po’ scrostati. Scale e pennelli, cinquanta genitori coordinati da Luca De Dona, presidente del Consiglio d’istituto, si sono autotassati con tre euro a bambino per comprare vernici, solventi, guanti e tutto quello che occorre per «rinfrescare» e rinnovare l’edificio «dove i nostri figli passano comunque otto ore al giorno – spiega De Dona -.

Sono anni che chiedevamo interventi di manutenzione ma dato che il Comune non ha fondi e questi lavori venivano rimandati di anno in anno, abbiamo chiesto ai responsabili del III Municipio di poter ridipingere le aule direttamente noi».

Hanno partecipato in molti, compreso l’assessore alla Scuola Pier Luigi Cernaglia, tuta da lavoro e pennellessa in mano per tutto il fine settimana. Un’iniziativa spinta dall’amore verso i propri pargoli che però ha provocato anche qualche polemica. «L’abbiamo fatto perché i bambini vivessero in un ambiente più pulito e ordinato – ha aggiunto De Dona – ma ho sentito molti che comunque avrebbero preferito se ne occupasse lo Stato, con tutte le tasse che paghiamo…».

Invece, proprio partendo dal III Municipio, questo «Fai da te» potrebbe essere istituzionalizzato. «E’ stata un’esperienza positiva – conferma il presidente Paolo Marchionne – ed è ovvio che, quando c’è la disponibilità dei cittadini, cerchiamo di incoraggiarla. Anche le famiglie della «Don Bosco» al Nuovo Salario ci hanno chiesto di occuparsi della pulizia del giardino. Noi forniremo i materiali: pale, cesoie, rastrelli, scope, mentre loro metteranno il lavoro. Vogliamo fornire agli ottanta plessi scolastici del nostro territorio un piccolo fondo d’istituto di duemila euro per la manutenzione ordinaria puntando però, in questi tempi difficili, anche a un’intensa collaborazione dei genitori».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: