Anagramma, non si placa la polemica dopo le parole dell’assessore Di Maggio


ceccato bonelliIn una risposta ad una question time del capogruppo del Pdl Cristiano Bonelli, l’assessore ai servizi sociali del III Municipio Eleonora Di Maggio aveva raccontato di essersi sentita minacciata dai toni di una telefonata del presidente dell’associazione Anagramma Cristiano Ceccato, che successivamente in una lettera aperta aveva poi attaccato la nuova politica del III Municipio. E’ bastato questo breve passaggio di una lunga replica dell’assessore al consigliere Bonelli per riaccendere la polemica sui social network. E’ stato lo stesso Ceccato a riprendere la questione in un lungo post: “sapete…dopo la mia lettera all’assessore Di Maggio del III Municipio di Roma, ripresa da alcune testate è stata fatta una question time in consiglio sulla mia Associazione. La Di Maggio dice che l’ho minacciata e che Anagramma non ha mai svolto lavori sociali…insomma non esistiamo. Giustamente l’ex Presidente di Municipio Cristiano Bonelli fa notare che se è vero di denunciare immediatamente tali minacce. Io dico solamente che dovrebbe vergognarsi la Di Maggio, assessore alle politiche sociali del III Municipio, per la falsità detta…anche un omino piccolo piccolo doveva portare le carte in procure e denunciarmi….ancora sto aspettando….ma vi rendete conto che siete soltanto buoni a dire buggie?”. Una nota che continua e non risparmia nemmeno l’attuale presidente del III municipio Paolo Marchionne: “…mi spiace solo per una persona….il Presidente Paolo Marchionne….deluso da lui sia come uomo che come Presidente, eppure se non ricordo male in Via Fracchia fu testimone di come Anagramma agiva…..se non ricordo male veniva nel mio cortile dove abito e chiacchieravamo….e non sei stato in grado di dire due paroline al tuo Assessore Di Maggio e fargli notare che diceva un mare di cazzate?”. Poi Ceccato rigetta l’accusa di essere stato favorito dalla passata amministrazione: “dietro Anagramma non c’e’ ne Cristiano Bonelli ne altri Politici…ci sono solo persone che si muovono per il bene comune…lo stesso bene sociale che voi volete cancellare partendo da Anagramma togliendogli la sede nel Municipio……Presidente Marchionne…faccia una bella lettera e me la consegni con la richiesta di liberazione della sede…ma la voglio ricevere direttamente da Lei…perché la vorrei guardare in faccia e vedere fino a che punto arriva la sua falsità….oggi ho capito che la sua amicizia era solamente finta”. Infine un appello ai consiglieri capitolini provenienti dal III Municipio: “Sig. Marco Palumbo, sig. Fabrizio Panecaldo….ecco cosa fanno nel III Municipio di Roma….gli anziani fanno la fila ai cassonetti aspettando che la Pam getti i rifiuti.. i Governanti del III Municipio si attaccano ad una stanza….. Ma ripiatevela….ma lo voglio per iscritto…..Sig. Gianna Le Donne….la prego…non cancelli anche questo di post…..altrimenti viene meno il suo senso di trasparenza”. Una nota alla quale l’attuale amministrazione municipale non ha risposto se non indirettamente con le parole dell’assessore Eleonora Di Maggio in consiglio municipale: “ci saranno regole certe e trasparenti nelle assegnazioni di spazi e risorse pubbliche”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: